Chi siamo
Photogallery
News
I nostri partner
Referenze
Lavora con noi
Contatti e preventivi
Area sposi

IL MATRIMONIO OGGI

IL VALORE DEL
MATRIMONIO...

IL VALORE DEL
MATRIMONIO (2)

STILI, MODA E
TENDENZE PER IL
MATRIMONIO 2008

WEDDING PLANNER

WEDDING
PLANNERS
NEWS

CORSI PER
WEDDING PLANNERS

MATRIMONIO E MOTORI...

TORTE NUZIALI

TAGLIO DELLA TORTA

I FIORI PER IL
MATRIMONIO

IDEE PER LA CASA

LE NOZZE E
I BAMBINI

L'ESAME
"PARENTI"...

CHEF A DOMICILIO:
CATERING A CASA

BANQUETING
MILANO

CUOCHI A DOMICILIO
A MILANO

VIAGGIO DI
NOZZE

LUNA DI
MIELE

SCHERZI DA
MATRIMONIO

MATRIMONIO
E FIGLI

BOMBONIERE

WHITE TABLE

WEDDING PLANNER

BANQUETING
MILANO (parte 2)

BANQUETING
PER EVENTI

L'ABITO DELLA
SPOSA

COME ORGANIZZARE
UN RICEVIMENTO

LA FIGURA DEL
WEDDING PLANNER

IL BOUQUET
DELLA SPOSA

GLI INVITI E
I RINGRAZIAMENTI
PER UN MATRIMONIO

SCEGLIERE IL LUOGO
PER UN RICEVIMENTO



Chi siamo

VIAGGIO DI NOZZE (II)
IL VALORE DELLA LUNA DI MIELE

La tradizione vuole che la luna di miele sia il primo periodo che gli sposini passano insieme, per intere giornate tutti soli soletti, lontani dalla famiglia e da casa. Se pensiamo alla generazione dei nostri nonni, sorridiamo all’idea che tutte le uscite tra fidanzati dovessero essere accompagnate (e curate a vista) da qualche componente più anziano della famiglia. Immaginate due o tre anni di frequentazione assidua trascorsi con l’angoscia della zia, addetta al pedinamento della coppia. Se vi siete calati bene nella parte, comprenderete la magia e la carica di attesa che il viaggio di nozze portava con sé.
A guardarle con gli occhi d’oggi, queste storie non sanno che farci sorridere. In genere le coppie arrivano alla scelta della meta per la loro luna di miele avendo alle spalle altre vacanze insieme. Diciamo che l’oggetto dell’attesa è mutato: se i nostri nonni e alcuni dei nostri genitori aspettavano con tremore i primi giorni di una vita insieme, la preoccupazione della nostra generazione si focalizza sulla scelta della meta di una vacanza comunque indimenticabile.

I TOUR PIÙ GETTONATI

Il viaggio di nozze deve essere progettato a immagine degli sposi. Perciò prima di tutto ai coniugi è affidato il compito di definire un profilo chiaro del loro comune desiderio.
La preparazione della cerimonia nuziale vi ha sfiancati e non vedete l’ora di gustarvi giorni e giorni di dolce far niente, coccolati dal sole caldo e da un mare cristallino appena increspato dalle onde? Eccovi i must più ambiti: Seychelles (vero Eden tropicale), Maldive, Mauritius e Polinesia. Oppure, perché no?, potreste decidere per una crociera caraibica, optare per un viaggio in nave alla scoperta delle meraviglie naturali messicane, o alla volta di Bali.
O forse siete di quelli che non rinuncerebbero per nulla al mondo a visitare una città d’arte? Vi annoverate tra coloro che si professano convinti che le meraviglie architettoniche sappiano esaltare la sensibilità per la bellezza come poco altro? Si può coniugare quest’aspirazione a una cornice degna dell’occasione e scegliere una meta tra le più romantiche al mondo. I consigli, in questo caso, si sprecano: Parigi ovviamente, la città per eccellenza degli innamorati, che richiama col suo fascino coppie di sposi da tutto il mondo, ma non dimentichiamo Praga (decisamente in salita nelle classifiche di gradimento in questi anni), oppure un tour alla scoperta delle nostre radici classiche nella terra degli dei dell’Olimpo. E se pensavate di restare all’interno dei confini nazionali, l’Italia è indubbiamente una nazione che non ha nulla da invidiare alle città fin qui elencate: pensate alla magnificenza antica e immortale di Roma, o al dondolio morbido delle gondole veneziane.
Molto in voga anche lunghe lune di miele oltreoceano, parlo di viaggi organizzati alla volta di New York, della Grande Mela che ha attratto per secoli immigrati da tutto il globo alla ricerca del “sogno americano”: un tuffo nella capitale della contemporaneità, nella sua magnificenza e nelle pieghe delle sue contraddizioni. Si può pensare di fare un salto anche a Las Vegas, nel paradiso del divertimento, o scendere giù giù fino a Rio de Janeiro, se vi fa impazzire l’idea di esaurire le vostre forze in giorni e giorni di samba sfrenata.
Nulla, ancora, corrisponde al vostro sogno nel cassetto? Allora perché non pensare a qualcosa di veramente estremo che si incarni in un’escursione in Patagonia, piuttosto che fra le isole di Galapagos, o addirittura in Madagascar?

Roberta Cassina