Chi siamo
Photogallery
News
I nostri partner
Referenze
Lavora con noi
Contatti e preventivi
Area sposi

IL MATRIMONIO OGGI

IL VALORE DEL
MATRIMONIO...

IL VALORE DEL
MATRIMONIO (2)

STILI, MODA E
TENDENZE PER IL
MATRIMONIO 2008

WEDDING PLANNER

WEDDING
PLANNERS
NEWS

CORSI PER
WEDDING PLANNERS

MATRIMONIO E MOTORI...

TORTE NUZIALI

TAGLIO DELLA TORTA

I FIORI PER IL
MATRIMONIO

IDEE PER LA CASA

LE NOZZE E
I BAMBINI

L'ESAME
"PARENTI"...

CHEF A DOMICILIO:
CATERING A CASA

BANQUETING
MILANO

CUOCHI A DOMICILIO
A MILANO

VIAGGIO DI
NOZZE

LUNA DI
MIELE

SCHERZI DA
MATRIMONIO

MATRIMONIO
E FIGLI

BOMBONIERE

WHITE TABLE

WEDDING PLANNER

BANQUETING
MILANO (parte 2)

BANQUETING
PER EVENTI

L'ABITO DELLA
SPOSA

COME ORGANIZZARE
UN RICEVIMENTO

LA FIGURA DEL
WEDDING PLANNER

IL BOUQUET
DELLA SPOSA

GLI INVITI E
I RINGRAZIAMENTI
PER UN MATRIMONIO

SCEGLIERE IL LUOGO
PER UN RICEVIMENTO



Chi siamo

TORTE NUZIALI - LA CILIEGINA SULLA TORTA! (TRE CONSIGLI PER UN TAGLIO IMPECCABILE)

È una certezza ormai generalmente acquisita che la quasi totalità delle fotografie che, nell’ambito di un ricevimento nuziale, immortalano i momenti degni di essere eternati sono dedicate ai sorrisi e ai saluti della sposa, raggiante e bella come non mai. Insomma sul gradino più alto di un ipotetico podio fotografico poniamo senza dubbio la sposina, ma una vera bagarre si scatena per il secondo posto. La medaglia d’argento è contesa al foto finish: lo sposo da un lato, e, dall’altro, colei che è stata attesa già a partire dalle prime portate cioè la torta nuziale.
Per questo non ci si può permettere di sbagliare nella scelta del dolce perfetto, da eleggere a partire da un ventaglio ampio di proposte. Ma, dato che un numero infinito di possibilità può confondere, è bene ricordare due consigli d’obbligo. Primo: rivolgersi solo a pasticceri di provata bravura, che non riservino sgradevoli sorprese, guastando uno dei momenti più memorabili del ricevimento. È importante assaggiare con il futuro coniuge una fetta del dolce prescelto nei mesi antecedenti le nozze, così da essere sicuri di proporre ai propri amici e parenti una torta elegante, che attragga lo sguardo e che sia all’altezza delle papille gustative dei più esigenti. Secondo diktat: scegliere una torta adeguata allo stile che si è adottato per il pranzo. Se gli sposi hanno voluto imporre una certa sobrietà a partire dalla cerimonia, la torta deve rispettare questo tono ed essere decisamente minimal, a unico piano, ricoperta da candida panna e arricchita da scagliette di cioccolato rigorosamente bianco. Se, al contrario, gli sposini hanno prediletto un taglio più vivace per ricevimento, allora ci si potrà liberamente sbizzarrire in dolci a più piani o in colorate torte all’americana.
Da non tralasciare un terzo punto: la conoscenza perfetta delle regole che il fatidico taglio della torta impone per tradizione. Il dolce deve fare il suo ingresso trionfale accompagnato dai camerieri fino al tavolo degli sposi che, unite le destre, procederanno a infilare la punta del coltello (che i nostri antenati volevano fosse in argento, perché ritenuto benaugurate) nel cuore della torta. Anche la distribuzione delle fette non è casuale: la sposa porgerà al neo marito la prima, la seconda alla suocera, la terza alla mamma, per poi passare al suocero, al papà e ai testimoni. Le altre porzioni verranno tagliate in cucina e servite in un secondo momento a tutti gli ospiti.